Comunicato Stampa: riscontro ad articolo su Repubblica

News

COMUNICATO  STAMPA

 

In relazione a quanto scritto nell’articolo de La Repubblica a firma di Corrado Zunino dell’8 febbraio scorso, nonché delle successive dichiarazioni della Ministra Valeria Fedeli, l’Istituto Comprensivo S.Giuliana Falconieri desidera precisare quanto segue.

Le citazioni riportate nell’articolo sopra menzionato provengono effettivamente dal RAV prodotto dall’Istituto e licenziato nell’anno 2016.

Dobbiamo tuttavia sottolineare che le informazioni fornite non sono altro che risposte puntuali a specifiche domande formulate dal Ministero e dall’Invalsi in merito alla composizione della comunità scolastica discente.

L’indicazione relativa all’assenza di studenti nomadi, così come di studenti provenienti da zone particolarmente svantaggiate, non intende in alcun modo essere discriminatoria, ma si limita a fotografare quella che è una situazione di fatto. Non significa assolutamente che la scuola rifiuta o discrimina alcune categorie di studenti, ma molto più semplicemente che essi in genere non chiedono di iscriversi alla nostra scuola, perché per lo più non risiedono nel territorio del nostro bacino di utenza.

Quanto invece alla presenza di “figli di portieri e/o custodi di edifici del quartiere” che comporta “difficoltà di convivenza dati gli stili di vita molto diversi”, si tratta indubbiamente di una espressione inopportuna, derivante da un errore di leggerezza, dovuto ad una inesatta interpretazione delle risposte scritte, che può effettivamente portare a diverse interpretazioni.

Resta tuttavia incontestabile il fatto che l’Istituto, fin dalla sua fondazione, ha sempre seguito come faro della propria opera educativa, i valori dell’accoglienza, del rispetto e della dedizione alla “persona” a prescindere dalla provenienza, dal censo e dall’orientamento culturale e religioso.

Proprio per questo, ci addolora che un’espressione infelice e non veritiera sia stata inserita nel Rapporto di Autovalutazione.

L’azione educativa della comunità docente dell’Istituto Falconieri è sempre stata rivolta alla crescita morale e intellettuale dell’individuo, nonché alla maturazione di una coscienza civica che permetta allo studente di relazionarsi con i coetanei senza distinzioni e classificazioni prive di fondamento.

La Scuola è per sua natura anticlassista e antirazzista e tale risulta anche il nostro Istituto, da sempre attivo nell’ambito della solidarietà e dell’assistenza ai più bisognosi, anche attraverso molteplici agevolazioni per le famiglie in difficoltà fino all’istituzione di vere e proprie borse di studio.

Nella consapevolezza della bontà e correttezza del proprio operato, testimoniata dalle numerose manifestazioni di affetto che continuamente pervengono da coloro che ne hanno fatto esperienza, l’Istituto continua ad agire nel segno della trasparenza, dell’onestà, dell’accoglienza e della responsabilità.